Nevralgia cervico brachiale

Nevralgia cervico brachiale

Nevralgia cervico brachiale o cervicobrachialgia

Il dolore nella cervicobrachialgia o nevralgia cervico brachiale è molto diverso da un classico torcicollo. Inizialmente, è progressivo e si manifesta con una rigidità dolorosa del collo e quindi alla cervicale con irradiazioni interscapolari o precordiali. Precede di qualche ora o di qualche giorno, talvolta di alcune settimane, il dolore dell’arto superiore.

Può essere sostituito da parestesie, segue il decorso della radice interessata fino alla mano e termina a livello di una o più dita con parestesie. Possono manifestarsi riacutizzazioni notturne, il dolore può scatenarsi da un movimento del collo, dalla tosse, da uno starnuto.

Il collo è in atteggiamento antalgico o rigido con limitazione dei movimenti.

Sintomi in caso di nevralgia cervico brachiale

I sintomi sono dovuti all’irritazione o alla compressione di una radice nervosa (C5,C6,C7,C8).

  • Sindrome C5 – topografia del dolore e dei disturbi sensitivi: faccia anteriore della spalla fino al bordo esterno del gomito;
  • Compressione C6 – topografia del dolore e dei disturbi sensitivi: faccia anteriore della spalla, faccia esterna del braccio fino al pollice;
  • Sindrome C7 – topografia del dolore e dei disturbi sensitivi: giunzione cervico-dorsale, faccia posteriore della spalla, del braccio, dell’avambraccio, dorso del polso, del dito indice e medio, talvolta anulare;
  • Brachialgia C8 – topografia del dolore e dei disturbi sensitivi: faccia interna del braccio, dell’avambraccio, del polso, della mano 4° e 5° dito.

Talvolta, le cause di una cervico brachialgia sono associate a ernie discali cervicali del segmento C5-T1, protrusioni discali, contratture dei muscoli della regione cervicale come gli scaleni, trigger point attivi dei muscoli cervicali e dell’articolazione scapolo omerale.

Diagnosi strumentale in caso di nevralgia cervico brachiale

Indagini strumentali

  • Radiografia,
  • TAC,
  • Risonanza Magnetica.

Per una diagnosi efficace e corretta è indispensabile l’esame clinico del paziente mediante test ortopedici e neurologici che possono evidenziare l’origine del disturbo di cervicobrachialgia o nevralgia cervico brachiale.

Verrà esaminata la compressione neurologica di un’eventuale ernia cervicale da C5 a C7. In questo caso, l’ernia comprimerà il nervo brachiale e il paziente avvertirà formicolio/dolore all’arto colpito dalla compressione.

Inoltre verrà verificata la forza, i riflessi e la sensibilità dell’arto stesso.

Trattamenti riabilitativi nella cervicobrachialgia

L’immobilizzazione del collo con una minerva ben adattata è indispensabile nelle forme iperacute o ribelli di cervicobrachialgia.

Successivamente, si procederà con una precoce terapia riabilitativa che prevede l’uso di terapia strumentale per ridurre l’infiammazione e, successivamente, terapia manuale/posturale per riequilibrare l’intero sistema muscolo-scheletrico.

Il Laser e, soprattutto, la Tecarterapia dovranno rilassare i muscoli contratti in modo da creare una minore tensione a livello del nervo brachiale incriminato. Inoltre, grazie a queste strumentazioni, potrà essere eseguito un lavoro anti-edemigeno sull’ernia eventuale che causa la neuropatia.

Si rivelano molto utili le tecniche manipolatorie di pompage e decoattazione articolare che mirano a ossigenare, drenare e liberare i tessuti lesi. Dovranno essere liberati principalmente i muscoli del lato omolaterale alle nevralgia brachiale.

Inoltre, sarà presa in grande considerazione la presenza di eventuali trigger point che possono simulare una cervico brachialgia.

I trigger point sono contratture che, se attive, possono causare dolore riferito. Nel caso delle brachialgia, i muscoli che possono simulare queste problematica sono soprattutto il sottospinoso, i muscoli scaleni, il rotondo e il succlavio.

In sintesi, i trattamenti indicati in caso di  brachialgia sono: Tecar, Laser Nd; Yag, mobilizzazione, release del trigger point, rieducazione posturale, massaggi, trattamenti di Osteopatia.


Roberto Franzese

Massofisioterapista specializzato in terapia fisica strumentale, nel trattamento delle sindromi dolorose e in rieducazione posturale Mezieres. Iscritto all'Ordine TSRM delle Professioni Sanitarie Guarda il profilo completo    Seguici su Fb      Seguici su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ryakos Srl - P.Iva 08975061212 - Capitale Sociale 10.000,00 Euro
Sede Operativa Via Orsi 70, 80128 Napoli
Privacy Policy
Cookie Policy
Copyright ® 2010-2020 Ryakos Srl , Tutti i diritti sono riservati. Redesign by: Pixart Design - Testi: Ryakos Fisioterapia