Magnetoterapia Napoli: affidati a professionisti

Trattare di magnetoterapia fa da interessante pretesto per ricordarvi che tutti noi viviamo in un campo magnetico misurato in Gauss.

Magnetoterapia Napoli: affidati a professionisti

Trattare di magnetoterapia fa da interessante pretesto per ricordarvi che tutti noi viviamo in un campo magnetico misurato in Gauss.
Magneto terapia Ryakos

Le cellule, l’intero corpo umano sono attraversati da correnti elettrodinamiche: ferite, fratture o artrosi possono interrompere questo flusso. Basterebbe un esempio del genere per comprendere l’importanza e l’efficacia di questa terapia fisica che sfrutta l’interazione tra campi magnetici pulsanti ed organismo.

Seppure sia stata per lungo tempo discussa e criticata, definita una medicina alternativa, viene regolarmente utilizzata in campo medico ed in fisioterapia che si avvalgono sempre più dell’utilizzo di campi magnetici per intervenire su alcune patologie.

I campi magnetici non erano un segreto per gli antichi Egizi ma il loro utilizzo nella medicina occidentale è relativamente recente. Risale agli anni ’70 e, nel corso del tempo, si è diffusa rapidamente tanto che, oggi, in Italia è disponibile in quasi tutti gli ambulatori di riabilitazione.

Inizialmente, veniva utilizzata per lo più come trattamento per la rigenerazione del tessuto osseo ma, nel corso degli anni, dopo aver dimostrato i suoi effetti rigenerativi, è stata estesa in altri campi. Scopriamo meglio cos’è, come funziona, le tipologie, indicazioni e controindicazioni, su quali patologie interviene.

Magnetoterapia
Magnetoterapia cos'è

Magnetoterapia cos’è

Il campo magnetico può essere generato da un apparecchio cilindrico chiamato solenoide oppure da due magneti contrapposti.

Le onde elettromagnetiche generate vengono usate per interagire con le cellule senza provocare un aumento della temperatura corporea: agiscono a livello dei tessuti e non vengono assorbite dagli organi.

Il loro obiettivo è accelerare i processi di scambio ionico nella membrana cellulare per stimolare la rigenerazione dei tessuti: la magnetoterapia stimola le cellule ad espellere tossine ed immagazzinare ossigeno per ristabilire l’equilibrio biochimico cellulare.

La magnetoterapia può sfruttare due diversi tipi di onde elettromagnetiche:

- Non ionizzanti e non invasive perché non vengono assorbite da organi e tessuti limitandosi ad agire solo a livello biofisico. I fisioterapisti utilizzano questo genere di onde;
- Ionizzanti utilizzate in medicina, efficaci a livello terapeutico ma potenzialmente pericolose in quanto vengono assorbite dai tessuti e, ad elevate quantità, potrebbero rappresentare un rischio biologico per il paziente e per l’operatore.

I fisioterapisti utilizzano soprattutto i campi magnetici di bassa frequenza ed alta intensità a scopo curativo e riabilitativo, più efficaci per trattare diverse patologie del sistema nervoso, circolatorio, locomotorio, cutaneo oltre che come terapia contro i processi infiammatori ed il dolore locale.

Lo studio Ryakos offre anche il servizio di noleggio Magnetoterapia a Napoli.

Magnetoterapia: tipologie

A seconda della diversa sorgente del campo magnetico, si distinguono tre tipologie di magnetoterapia:

- Statica, la forma più semplice e meno efficace che consiste nell’applicare uno o più magneti sull’area da trattare utilizzando un solenoide, un apparecchio percorso da corrente che genera un campo elettromagnetico con emissione di onde elettromagnetiche a bassa o alta frequenza, in base alla patologia da trattare;
- A bassa frequenza, in grado di generare campi magnetici con frequenze comprese tra i 10 ed i 200 Hz, indicata per stimolare la rigenerazione dei tessuti e trattare patologie ossee, reumatiche, muscolari, cefalee, ecc.;
- Ad alta frequenza (o radio frequenza), capace di generare onde radio di frequenze elevatissime (da 18 a 900 Mhz), apprezzata per la sua azione antinfiammatoria ed analgesica.

Magnetoterapia funziona?

L’apparecchio utilizzato eroga la terapia attraverso un generatore del campo magnetico che agisce all’interno della parete di un cilindro: qui viene sistemata la parte da trattare (spalle, ginocchia, colonna cervicale, piedi, ecc.).

Per essere efficaci, le applicazioni devono avere una durata minima di 30 minuti ed essere eseguite ogni giorno per un periodo compreso fra i 15 giorni ed i 5-6 mesi a seconda del disturbo da trattare.

I primi effetti benefici si riscontrano dopo almeno una decina di sedute da 30 minuti ciascuna.

Magnetoterapia funziona

Magnetoterapia: effetti e benefici

Gli effetti benefici della magnetoterapia sulla salute coinvolgono, in particolare, il sistema osseo, articolare, muscolare e vascolare.
Ecco quali sono le azioni e funzioni specifiche di questa terapia:

Effetto antidolorifico in caso di trauma, dolore post-operatorio o cronico

Azione antinfiammatoria

Azione contro disturbi di tipo reumatico ed articolare

Incremento della resistenza e mineralizzazione delle ossa

Calcificazione delle fratture e formazione di callo osseo accelerati grazie alla mobilitazione degli ioni di Ca++

Miglioramento della circolazione periferica

Azione rilassante della muscolatura

Aumento dell’irrorazione vascolare e velocizzazione dello scorrimento sanguigno

Miglioramento del metabolismo cutaneo ed azione antinvecchiamento dei tessuti

Rigenerazione dei tessuti, accelerazione della cicatrizzazione di piaghe e ferite, guarigione dei tessuti molli

L’utilizzo di campi elettromagnetici, non producendo calore, può essere applicato anche in presenza di sintesi metalliche interne come, ad esempio, protesi al ginocchio o all’anca.

I vantaggi della magnetoterapia

Se confrontata con le terapie tradizionali, la magnetoterapia offre i seguenti vantaggi:

  • I risultati ottenuti da questa terapia risparmiano al paziente l’impiego di farmaci;
  • Non ha effetti tossici sull’organismo;
  • È facile da eseguire;
  • Non è invasiva ed è sicura;
  • E’ relativamente economica;
  • on provoca al paziente né fastidio né dolore;
  • L’efficacia dura a lungo in quanto è una delle poche terapie che vanta un grande potere di penetrazione e consente di agire in profondità.

Lo studio Ryakos offre anche il servizio di noleggio Magnetoterapia a Napoli.

Indicazioni e patologie trattate dalla magnetoterapia

I principali campi di applicazione sono ortopedia, traumatologia e reumatologia.

Vi forniamo una lunga lista delle patologie trattate dalla magnetoterapia:

  • Osteoporosi;
  • Osteonecrosi;
  • Fibromialgia e mialgia;
  • Fratture e consolidamento osseo lento;
  • Artrosi;
  • Lesioni cartilaginee;
  • Dolori e reumatismi articolari, malattie reumatiche;
  • Alcune forme di artrite tra cui artrite reumatoide, periartrite e osteoartrite;
  • Tunnel carpale e formicolii;
  • Algodistrofia;
  • Arteriopatia degli arti inferiori;
  • Cervicalgia;
  • Nevralgia;
  • Ernia del disco;
  • Lombalgia, lombosciatalgia;
  • Dolori e stiramenti muscolari;
  • Distorsioni e contusioni;
  • Vene varicose;
  • Neurite;
  • Flebite;
  • Atrofia di Sudek;
  • Piede diabetico;
  • Borsite, epicondilite, tallonite, tendinite;
  • Lesioni cutanee venose, piaghe da ustioni o edemi, piaghe da decubito.

La magnetoterapia viene applicata anche per favorire il consolidamento di protesi articolari dopo l’innesto tramite intervento chirurgico.

Prezzi Magneto terapia

Seduta singola € 10
Benefici della tecarterapia

Magnetoterapia effetti collaterali

Come qualsiasi terapia, anche la magnetoterapia va prescritta dal medico di base o da uno specialista in fisioterapia e riabilitazione.

Durante le prime sedute, si possono manifestare effetti collaterali come:

  • Nervosismo;
  • Insonnia;
  • Vertigini;
  • Riacutizzazione temporanea del dolore che, solitamente, scompare nel corso del trattamento.

Se la terapia dà al paziente un certo effetto di sonnolenza migliorando la qualità del sonno, questo è un segno positivo: un buon riposo non può che influenzare positivamente il processo di riabilitazione.

E’ una pratica indolore, sicura e non invasiva, tuttavia è controindicata a:

  • - Portatori di pacemaker e stimolatori cardiaci come defibrillatori portatili. I campi magnetici potrebbero interferire con il corretto funzionamento di questi dispositivi elettronici;
  • Donne in gravidanza e in allattamento in quanto i campi magnetici potrebbero compromettere il normale sviluppo del feto e causare anomalie fetali;
  • Soggetti con gravi patologie cardiologiche, tumorali (in atto o pregresse), alcune malattie infettive;
  • Pazienti affetti da ipertiroidismo, sindromi endocrine, ipertensione, epilessia;
    - Soggetti in età evolutiva in quanto, per sottoporsi a magnetoterapia, è necessario che lo scheletro sia completamente sviluppato.

La magnetoterapia può essere effettuata soltanto da uno specialista (fisioterapista, fisiatra, medico riabilitativo) negli ospedali, presso un centro specializzato o direttamente al domicilio del paziente.

Ogni medico o specialista deve conoscere bene la storia clinica del paziente (patologie, disturbi, condizioni di salute) prima di sottoporlo a magnetoterapia.

Per maggiori informazioni relative ai servizi e ai trattamenti offerti presso il nostro centro di riabilitazione, per una valutazione completamente gratuita o contattarci telefonicamente al numero 0813419278

Ryakos Srl - P.Iva 08975061212 - Capitale Sociale 10.000,00 Euro
Sede Operativa Via Torrione San Martino 51, 80129 Napoli
Sede Legale Corso Secondigliano 242
Privacy Policy
Cookie Policy
Copyright ® 2010-2020 Ryakos Srl , Tutti i diritti sono riservati. Redesign by: Pixart Design - Testi: Ryakos Fisioterapia