Ulcera cutanea: come si cura

Ulcera cutanea: come si cura

Ulcera cutanea: la cura efficace che pochi conoscono è Flowave 2

Si chiama Vulnologia la branca della Medicina che si occupa delle ferite, soprattutto della ferita difficile nota anche come ulcera cutanea.

Le ulcere cutanee croniche sono piaghe che compromettono in profondità i vari strati della cute, vere e proprie perdite di tessuto cutaneo. Possono interessare qualsiasi area cutanea; più di frequente, sono localizzate agli arti inferiori (per alterazioni del sistema circolatorio o lo scarso spessore della cute nel segmento distale della gamba) ed arrivano a coinvolgere anche i muscoli.

Sono dolorose, non guariscono spontaneamente (la pelle non si rigenera) e tendono a recidivare.

Questa patologia è complessa, spesso sottovalutata, e richiede un approccio multidisciplinare sia nella diagnosi sia nella cura.

La terapia adeguata punta ad intervenire sulle cause responsabili della formazione dell’ulcera.

Medicazioni avanzate e biologiche fanno parte delle nuove strategie terapeutiche ma esiste un trattamento strumentale altamente tecnologico e di elevata efficacia, sconosciuto ai più, che funziona: Flowave 2.

Scopriamo meglio cos’è l’ulcera della cute, le cause, le varie forme attraverso cui si manifesta, come diagnosticarla e soprattutto come curarla.

Ulcera cutanea: cos’è e come si forma

ulcera cutanea

L’ulcera cutanea può essere di origine post-traumatica, diabetica, vascolare (venosa, varicosa, da stasi, arteriosa, mista) o dovuta a piaghe da decubito.

Le cause che scatenano e, allo stesso tempo, ritardano ed ostacolano la guarigione possono essere diverse ed è fondamentale, in sede diagnostica, individuare i fattori responsabili di questo problema. Solo in questo modo sarà possibile valutare la terapia più appropriata e correggere i fattori che ostacolano il processo riparativo.

L’80% circa delle lesioni da ulcera cutanea cronica sono causate da ulcere da pressione (da decubito), ulcere venose e ulcere del piede diabetico. Il restante 20% delle ulcerazioni interessa altre cause: malattie autoimmuni con coinvolgimento vascolare, dermatologiche, neurologiche, tumori epiteliali.

Le ulcere da decubito interessano soprattutto gli anziani e pazienti affetti da patologie croniche disabilitanti che costringono a stare a letto per un lungo periodo compromettendo il normale afflusso di sangue. Sono originate da fattori meccanici (posizioni obbligate per ore, pressione e sfregamento della cute) e favorite da anemia, malnutrizione, diabete, incontinenza urinaria e fecale.

L’ulcera  venosa si manifesta più di frequente dopo i 60 anni, soprattutto nelle donne: si forma a causa dell’eccessiva pressione sanguigna dovuta a vene varicose molto dilatate.

L’ulcera arteriosa compare soprattutto in soggetti anziani di sesso maschile a causa di un deficit della circolazione arteriosa agli arti inferiori. Generalmente, un’alterazione del colesterolo o il fumo provocano un restringimento delle arterie ed un processo infiammatorio cronico che porta ad una riduzione del flusso sanguigno agli arti inferiori.

Il diabete, alterando il flusso sanguigno e l’ossigenazione dei tessuti, aumenta il rischio di infezioni cutanee croniche e di formazione di ulcere. Il piede diabetico interessa il 25% dei soggetti diabetici.

Ulcera cutanea: sintomi

miglior trattamento per linfedema

Le ulcere cutanee presentano sintomi tipici:

– dolore legato all’esposizione degli strati profondi dell’epitelio a infiammazioni, irritazioni, maggiore sensibilità a traumi chimici, infettivi, meccanici;

edema (gonfiore);

– arrossamento dell’area colpita;

– sanguinamento.

Diagnosi e approccio multidisciplinare

Le ulcere cutanee e vascolari necessitano dei seguenti esami:

– Ecocolor doppler per studiare il circolo arterioso e venoso:

– Arteriografia;

– Flebografia;

– Esami del sangue per controllare la glicemia

L’obiettivo è indagare lo stato di salute del paziente e individuare le cause scatenanti per scegliere il trattamento più appropriato.

Tanto in fase di diagnosi quanto in fase di valutazione terapeutica, è essenziale un approccio multidisciplinare di tipo medico-infermieristico che riunisca varie competenze specialistiche (chirurgia generale, vascolare, plastica, del piede o della mano, diabetologia, dermatologia, ecc.).

A seconda delle problematiche riscontrate, applicare medicazioni locali (con soluzioni antisettiche, unguenti cicatrizzanti e riepitelizzanti, bendaggio elastico-compressivo per le ulcere venose) è importante ma non basta.

L’ulcera cutanea si cura con Flowave 2

cura ulcera cutanea

Una terapia fisica strumentale efficace per la cura dell’ulcera cutanea è Flowave 2, un elettromedicale del Sistema Integrato Novalinfa non ancora conosciuto come dovrebbe.

E’ un dispositivo innovativo, progettato per il trattamento di patologie di origine traumatica, edematosa e del sistema venoso e linfatico. Combina l’uso di un segnale a micro correnti (caratterizzato da forme d’onda e specifiche frequenze) con l’azione della pressione negativa (vacuum).

Genera onde sonore in grado di attivare il drenaggio linfatico e sanguigno, depurare e potenziare il sistema immunitario. Sottopone le cellule a onde di pressione e decompressione cicliche, ripristinando la corretta intensità di corrente della membrana cellulare.

La sua azione si svolge alla radice del problema (trauma, patologia) su diversi sistemi biologici in assoluta armonia con i meccanismi fisiologici.

Flowave 2 è l’unico elettromedicale che sfrutta simultaneamente 4 mezzi fisici (biorisonanza, polarterapia, vacuum connettivale, veicolazione transdermica) ed un sistema di controllo (eco, impedenziometrico).

I suoi campi di utilizzo spaziano tra riabilitazione muscolare e linfatica e ricostruzione tissutale.

Interviene sul dolore (acuto e cronico), edema, linfedema, infiammazioni, stasi venosa, dolore alle gambe, traumi, ulcere (post-traumatica, piaga da decubito, piede diabetico) fino alle lesioni o tensioni muscolari, ernie discali, artriti, artrosi.

Flowave 2: benefici

estetica

Per il trattamento dell’ulcera cutanea e in linea generale, quali sono i benefici/risultati di questa terapia?

Flowave 2 è in grado di:

– Drenare i liquidi stagnanti;

– Riattivare il metabolismo;

– Aumentare il flusso periferico di sangue e linfa permettendo la rivascolarizzazione dell’area trattata;

– Ossigenare e disintossicare i tessuti apportando nutrienti;

– Ridurre dolore, infiammazione e gonfiore;

– Eliminare le aderenze tissutali;

– Rigenerare i tessuti aumentando l’elasticità e il tono della cute.

E’ un trattamento efficace a lungo termine, mirato e sicuro che integra sistemi di valutazione e di controllo per verificare la risposta fisiologica del paziente alla terapia.

Il controllo impedenziometrico consente di guidare la terapia verso le zone con maggiore resistenza, sintomo di sofferenza tissutale, seguendone l’evoluzione in tempo reale durante tutto il trattamento.

I dati clinici a medio/lungo termine evidenziano che le aree trattate non sono soggette a ricadute, recidive della situazione patologica precedente.

Il Centro Ryakos offre una prima visita gratuita con valutazione globale e distrettuale per pianificare un programma terapeutico personalizzato.

Flowave 2: controindicazioni

Flowave 2 è controindicato in caso di:

– Gravidanza;

– Pace-maker e protesi metalliche;

– Ipertensione e disturbi cardiaci gravi;

– Infezioni sistemiche;

– Epilessia;

– Tromboflebiti;

– Cartilagine in aumento;

– Placche stabili.

Come prevenire l’ulcera cutanea

Per scongiurare recidive o prevenire la comparsa di ulcere, è fondamentale seguire uno stile di vita sano che comprende:

– dieta equilibrata ricca di fibre, frutta e verdura;

– idratazione adeguata della cute;

– regolare e moderata attività fisica;

Si raccomanda di smettere di fumare ed evitare l’abuso di alcolici.

Affidati esclusivamente a centri qualificati come il nostro.

Prenota ora una Valutazione Gratuita allo 081.3419278


Roberto Franzese

Massofisioterapista specializzato in terapia fisica strumentale, nel trattamento delle sindromi dolorose e in rieducazione posturale Mezieres   Guarda il profilo completo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ryakos Srl - P.Iva 08975061212 - Capitale Sociale 10.000,00 Euro
Sede Operativa Via Torrione San Martino 51, 80129 Napoli
Sede Legale Corso Secondigliano 242
Privacy Policy
Cookie Policy
Copyright ® 2010-2020 Ryakos Srl , Tutti i diritti sono riservati. Redesign by: Pixart Design - Testi: Ryakos Fisioterapia