Riabilitazione Post Operatoria

Riabilitazione post-operatoria: percorso completo, obiettivi

La Riabilitazione post-operatoria contribuisce notevolmente al successo di un intervento chirurgico. Sappiamo che la riabilitazione e rieducazione funzionale (anche post-intervento) è la terza missione della Fisioterapia. Il primo obiettivo della terapia fisica è ridurre e risolvere il dolore (o altri sintomi); il secondo è normalizzare le aree o strutture colpite da traumi, malattie o disfunzioni mentre il terzo è la Riabilitazione.

Vogliamo approfondire proprio questa terza missione della Fisioterapia concentrandoci sulla rieducazione funzionale post-operatoria, a seguito di interventi alla spalla, anca, ginocchio, gomito, polso, ecc.

In questo ambito, fisiatra e fisioterapista collaborano tra loro.

Dopo un intervento chirurgico, il fisioterapista che si occupa di riabilitazione post-chirurgica si avvale di tutti gli strumenti utili allo scopo: terapie fisiche strumentali, manuali ed esercizi terapeutici. Passa abilmente da trattamenti di tipo strumentale a terapia manuale e rieducazione posturale che vanno combinati al meglio.

Si punta non solo al recupero psico-fisico ma anche a quello psicologico ed emozionale. Il fisioterapista supporta il paziente al pari di uno psicologo o di un personal trainer motivandolo, aiutandolo a superare il dolore ed il trauma. Ciò che porta alla guarigione è la forza non solo fisica ma anche mentale con tutta la voglia di muoversi e tornare alla normalità superando dolore e limitazione funzionale.

Scopriamo meglio come funziona questo tipo di assistenza post-operatoria e rieducazione funzionale cresciuta di pari passo con lo sviluppo della chirurgia.

Riabilitazione operatoria: terapie strumentali

Qualsiasi percorso fisioterapico (riabilitazione inclusa) necessita di una valutazione del paziente, fondamentale per avere un quadro esauriente delle sue condizioni e per valutare la terapia più adeguata al singolo caso.

In fase post-operatoria, per intervenire su dolore e infiammazione, le terapie fisiche strumentali più rapide e ad elevata efficacia sono:

Human Tecar (la più utilizzata);

Laser Yag ad Alta Potenza;

Onde d’Urto.

Queste tre terapie strumentali possono essere combinate tra loro.

In particolare, le Onde d’Urto non devono essere utilizzate sulla spina dorsale: risultano ideali per trattare calcificazioni, tendiniti, fratture non consolidate, contratture muscolari.

Si potrebbero utilizzare anche altri strumenti (Ultrasuonoterapia, Magnetoterapia, TENS) che, però, non sono altrettanto efficaci e rapidi.

Riabilitazione post-chirurgica: terapie manuali

Le migliori terapie strumentali (Tecar, Onde d’Urto e Laser Yag) devono essere associate a trattamenti manuali mirati per risultare ancora più efficaci.

Le tecniche manuali utilizzate in Riabilitazione post-chirurgica sono:

Massoterapia;

– Mobilitazioni miofasciali e articolari;

– Terapia manuale eseguita dall’Osteopata;

– Linfodrenaggio;

– Pompage;

– Digitopressione;

– Kinesiotaping (bendaggio funzionale).

Esercizi terapeutici in Riabilitazione post-operatoria

Una volta ridotto ed eliminato il dolore, si passa agli esercizi terapeutici (rilassamento, stretching, decompressione, esercizi decontratturanti e di potenziamento muscolare).

Gli esercizi terapeutici di Kinesiterapia indicati dal terapista possono essere:

passivi, ovvero eseguiti dall’operatore senza la collaborazione del paziente;

attivi/assistiti, che consistono nell’esecuzione di movimenti guidati e coadiuvati dal terapista;

attivi, eseguiti dal paziente in modo autonomo.

Quando sarà conclusa anche questa fase, si passerà ad un altro tipo di esercizi, altrettanto importanti.

Rieducazione post-chirurgica: postura e propriocezione

Una volta ripristinati la forza e resistenza muscolare, la flessibilità, funzionalità ed elasticità articolare ed il corretto movimento, si passerà all’ultima ed importantissima fase.

Consiste in specifici esercizi finalizzati al recupero della propriocettività (coordinazione ed equilibrio) e della corretta postura dell’intera spina dorsale.

Riguardo alla postura sarà necessario indagare sulle condizioni del paziente eseguendo l’esame Baropodometrico. Se necessario, il paziente dovrà seguire un percorso di Rieducazione Posturale Globale con metodo Mezieres o Souchard.

L’obiettivo è ristabilire l’equilibrio della colonna vertebrale tramite allungamento globale (di tutti i gruppi muscolari) con riposizionamento dei segmenti articolari.

Recuperando l’armonia fisiologica si eviteranno recidive ed eventuali infortuni.

Tempi di recupero

I tempi di recupero dipendono da vari fattori:

– motivazione, condizioni fisiche ed età del paziente;

– sovrappeso;

– tipo di articolazione sottoposta ad intervento chirurgico e tipo di intervento (tradizionale o mini invasivo);

– qualità del percorso terapeutico offerto dal centro di riabilitazione post-operatoria.


Roberto Franzese

Massofisioterapista specializzato in terapia fisica strumentale, nel trattamento delle sindromi dolorose e in rieducazione posturale Mezieres. Iscritto all'Ordine Tsrm Na Ce Be Av Guarda il profilo completo    Seguici su Fb      Seguici su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ryakos Srl - P.Iva 08975061212 - Capitale Sociale 10.000,00 Euro
Sede Operativa Via Orsi 70, 80128 Napoli
Privacy Policy
Cookie Policy
Copyright ® 2010-2020 Ryakos Srl , Tutti i diritti sono riservati. Redesign by: Pixart Design - Testi: Ryakos Fisioterapia