Riabilitazione pavimento pelvico

Riabilitazione-pavimento-pelvico

Riabilitazione pavimento pelvico: la cura d’elezione in Fisioterapia

La Fisioterapia non si occupa soltanto di riabilitazione in ambito ortopedico o neurologico: interviene anche nel campo urologico o ginecologico come nel caso della riabilitazione del pavimento pelvico.

Cos’è? A cosa serve? Chi può eseguirla e in cosa consiste?

Circa un quarto della popolazione adulta (soprattutto, le donne) soffre di disfunzioni del pavimento pelvico. Si possono risolvere se ti affidi ad uno specialista qualificato, esperto in materia.

La riabilitazione perineale fu introdotta da Arnold Kegel nel 1948 che, allo scopo di prevenire o trattare il prolasso genitale e l’incontinenza urinaria, sostenne l’utilizzo di esercizi perineali. Obiettivo terapeutico: il rinforzo dei muscoli pelvici.

Approfondiamo il focus spiegando di che si tratta.

Riabilitazione pavimento pelvico: cos’è

pavimento pelvico

Questo tipo di riabilitazione (detta anche perineale) consiste in una serie di tecniche riabilitative specifiche.

Tecniche che scansano sia i farmaci sia la chirurgia per trattare a livello fisioterapico (naturale) patologie che rientrano nei seguenti ambiti:

  • Urologico;
  • Ginecologico;
  • Sessuologico;
  • Colon-proctologico;
  • Posturale.

Queste tecniche, applicabili sia a uomini sia a donne, prevedono l’attivazione dei muscoli perineali (pavimento pelvico).

Su quali problematiche interviene: indicazioni

Vediamo, nei dettagli, in quali casi si consiglia la riabilitazione pavimento pelvico:

  • Incontinenza urinaria o fecale;
  • Prolasso (del retto, utero o vescica);
  • Dolore mestruale;
  • dolore pelvico;
  • Stitichezza, stipsi;
  • Rapporti sessuali dolorosi;
  • Eiaculazione precoce;
  • Disfunzione erettile;
  • Problematiche dolorose a carico del bacino e zona lombare;
  • Gravidanza;
  • Preparazione al parto o fase post-parto;
  • Menopausa;
  • Prima e dopo interventi chirurgici alla vescica, prostata, uretra e utero.

Eventi come la gravidanza, il parto, la menopausa, lavori troppo pesanti o interventi chirurgici possono indebolire i muscoli perineali causando notevoli disagi: incontinenza, perdita di aria, dolore durante il rapporto sessuale. Per questo motivo, è importante curare le varie patologie pelvi-perineali.

Pavimento pelvico: cos’è

riabilitazione pavimento pelvico napoli

Il pavimento pelvico (detto anche perineo) è un gruppo muscolare a forma d’imbuto che chiude in basso le ossa del bacino sostenendo gli organi pelvici. Va dal pube al coccige ed ha l’importante funzione di sostenere l’utero, la vescica e la parte finale dell’intestino (retto). Partecipa alla funzione urinaria, defecatoria, sessuale e riproduttiva: una sua disfunzione può portare ad un’alterazione importante della qualità della vita. Insieme a legamenti, fasce e tendini, il pavimento pelvico contribuisce al mantenimento dell’equilibrio posturale ed è coinvolto durante la respirazione.

In sostanza, questo gruppo muscolare funziona da leva antigravitaria: si muove in alto e in basso in sinergia con il diaframma respiratorio salendo (durante l’espirazione) e scendendo (durante l’inspirazione).

C’è da sottolineare che il diaframma (il muscolo della respirazione) ed i muscoli perineali si modificano in sincronia durante la respirazione.

Valutazione e pianificazione della riabilitazione pavimento pelvico

Previa diagnosi accurata di uno specialista (ginecologo, urologo, proctologo o neurologo), il fisioterapista o l’ostetrica (qualificati in materia) procederà con una valutazione funzionale (anamnesi ed esame obiettivo) prima di pianificare un percorso terapeutico personalizzato.

Il Centro Ryakos offre una prima visita gratuita che include questo essenziale tipo di valutazione.

Il fisioterapista preparato può iniziare la riabilitazione anche senza prescrizione medica.

La riabilitazione del pavimento pelvico, attraverso una serie di tecniche specifiche, ha come obiettivo migliorare la sensibilità, coordinazione, contrazione, forza, resistenza, tono, performance della muscolatura perineale per dar modo al pavimento pelvico di funzionare correttamente.

Riabilitazione pavimento pelvico: in cosa consiste?

riabilitazione pavimento pelvico

Le fasi d’intervento terapeutico sono tre:

–       Percezione e consapevolezza del funzionamento dei muscoli perineali;

–       Ripristino dei parametri muscolari alterati attraverso l’allenamento;

–       Recupero funzionale.

Attraverso quali tecniche terapeutiche interviene il fisioterapista?

Ecco quali sono:

  • Esercizi terapeutici di contrazione, rilassamento e stretching dei muscoli perineali utili sia per favorire la presa di coscienza sia per rinforzarli;
  • Biofeedback (elettromiografico o pressorio) che utilizza una specifica apparecchiatura in grado di registrare l’attività muscolare (contrazione o rilassamento) altrimenti non percepita dal paziente. Il segnale viene trasformato in segnale visivo: in tal modo, il paziente impara a compiere adeguatamente contrazione e rilassamento dei muscoli perineali;
  • Elettrostimolazione funzionale indicata nei casi in cui i muscoli del pavimento pelvico non riescono a contrarsi volontariamente ed in modo corretto. I muscoli perineali vengono stimolati tramite utilizzo di corrente elettrica alternata bifasica con sonda vaginale o rettale e mediante elettrodi di superficie. Questa tecnica è controindicata ai pazienti portatori di pacemaker e in caso di gravidanza, epilessia, infezione delle vie urinarie e ginecologiche, ansia, patologie neurologiche, neoplasie nella cavità pelvica;
  • Coni vaginali.

E’ bene partire da un radicale cambiamento dello stile di vita e comportamentale consigliando al paziente di:

  • Smettere di fumare;
  • Ridurre o eliminare l’uso di caffeina;
  • Dimagrire in caso di sovrappeso o obesità;
  • Praticare regolare attività fisica;
  • Controllare l’assunzione di liquidi (se non controindicato);
  • Programmare le minzioni.

Vantaggi e risultati della riabilitazione perineale

esercizi per il pavimento pelvico

Attualmente, la riabilitazione perineale rappresenta la terapia conservativa d’elezione, che dovrebbe precedere il trattamento farmacologico o chirurgico.

I vantaggi di questa scelta sono confermati dalle caratteristiche di questo tipo di riabilitazione:

  • Efficacia documentata nell’80-95% dei casi;
  • Indolore;
  • Nessun effetto collaterale;
  • Personalizzazione della terapia;
  • Nessuna assunzione di farmaci.

Dopo aver elencato i vantaggi, vediamo quali sono i risultati:

  • Maggior controllo muscolare quando si starnutisce o tossisce evitando fastidiose perdite;
  • Buona gestione dell’incontinenza;
  • Recupero del piacere sessuale a seguito della scomparsa dei sintomi dolorosi;
  • Maggiore consapevolezza del parto;
  • Tensione delle spalle ridotta e postura allineata;
  • Funzionamento corretto del bacino e del perineo e conseguente scomparsa del dolore alla schiena;
  • Preparazione all’intervento con miglior esito post-chirurgico (tempi di recupero più rapidi).

Riabilitazione pavimento pelvico: quanto dura la terapia

Trattandosi di muscoli che si stancano facilmente, è necessario eseguire gli esercizi e le ripetizioni per pochi minuti, volta per volta. Di conseguenza, ci vuole tempo e costanza ma, già dal primo mese, si notano i primi cambiamenti.

Seguendo questo percorso terapeutico, 7 pazienti su 10 raggiungono un risultato completo.

In media, la terapia dura dalle 8 alle 12 settimane, dopodiché il fisioterapista eseguirà un’ulteriore valutazione del paziente per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.


Roberto Franzese

Massofisioterapista specializzato in terapia fisica strumentale, nel trattamento delle sindromi dolorose e in rieducazione posturale Mezieres Guarda il profilo completo    Seguici su Fb      Seguici su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ryakos Srl - P.Iva 08975061212 - Capitale Sociale 10.000,00 Euro
Sede Operativa Via Orsi 70, 80128 Napoli
Privacy Policy
Cookie Policy
Copyright ® 2010-2020 Ryakos Srl , Tutti i diritti sono riservati. Redesign by: Pixart Design - Testi: Ryakos Fisioterapia