Mal di schiena

Mal di schiena

Mal di Schiena: cos’è?

Il mal di schiena o lombalgia è un termine generico utilizzato per definire un dolore al rachide lombare, alla zona bassa della schiena o della zona sacrale.

Denominato anche con il termine di Lombalgia questa patologia colpisce i soggetti sia di sesso maschile che femminile.

Il mal di schiena lombare è inoltre una delle maggiori cause di assenteismo sul lavoro e per questa problematica vengono impegnati una buona  parte dei fondi per la spesa pubblica sanitaria.

Pertanto la risoluzione di una patologia acuta o cronica che sia porta benefici non solo al paziente ma all’intero sistema sanitario.

Mal di schiena cause

mal di schiena

Le cause di lombalgia possono essere tantissime e dipendere da vari fattori quali. alimentazione, peso corporeo, disturbi posturali, contratture muscolari, discopatia, traumi locali, cicatrici non curate, disturbi viscerali, neoplasia, gamba corta, distorsioni di caviglia, deficit respiratorio diaframmatico, disfunzione di movimento del bacino, disturbi mandibolari.

Il peso influisce in maniera notevole nel causare una lombalgia poichè il rachide lombare è destinato a sostenere la maggior parte del  nostro corpo oltre che essere la zona finale della colonna vertebrale e quindi sottoposta a forza di gravità in modo importante.

Altre cause sono da ricercare nella presenza di discopatie come ernie e protusioni discali, artrosi vertebrale, antero listesi o postero listesi.

Quando vi è presenza di ernia espulsa o parzialmente espulsa e questa risulti infiammata vi sarà sempre una problematica di tipo neuropatico con interessamento dell’arto inferiore che avrà sintomi come dolore, intorpidimento, formicolii, perdita di forza. Pertanto una lombalgia quasi mai dipende da un’ ernia o da una protusione.

Una contrattura muscolare dei muscoli del dorso, dell’addome, dell’ileo-psoas, dei muscoli massetere e/ temporale possono dare dolore riferito al rachide lombare.

mal di schiena

Disturbi viscerali a carico di colon e reni possono dare lombalgia e dovrà essere indagata la regione viscerale e organi annessi.

Nei deficit posturali troviamo problematica di asimmetria del bacino, verticalizzazione o iperlordosi del rachide lombare nonchè deficit di appoggio podalico e gamba corta. Una scoliosi di alto grado può provocare lombalgia soprattutto sul lato della concavità scoliotica dove i muscoli di quel lato risulteranno essere molto accorciati e contratti.

Un trauma distorsivo  non curato nel tempo può portare a lombalgia poichè per una serie di correlazioni anatomica la caviglia è collegata al ginocchio e quindi al femore e al bacino e ovviamente un cattivo funzionamento dell’articolazione tibio-tarsica o una disfunzione di movimento di questa arrecherà problematiche anche a distanza.

Molto importante nella diagnosi medica sarà la ricerca di eventuali cicatrici attive poichè queste se non curate e trattate adeguatamente possono creare delle problematica a carico del sistema tonico posturale e quindi della colonna vertebrale lombare.

Infine un problema a carico del diaframma ove questo non risulti lavorare efficacemente o in modo non corretto provoca una tensione eccessiva sul rachide dorsale e lombare con conseguente sintomatologia dolorosa poichè tale muscolo si inserisce proprio sulle vertebre dorsali e lombari.

Come si diagnostica?

La diagnosi prevede una valutazione clinico obiettiva Medica oltre che indagini strumentali di vario tipo.

Il Medico eseguirà una valutazione del rachide lombare, del bacino e del rachide dorsale.

Verranno eseguiti inoltre dei test di tipo Neurologico come il Test di Lasegue per evidenziare o escludere una compressione nervosa e quindi una sciatalgia.

Altri test neurologici saranno quelli di Giordani per evidenziare una Cruralgia oltre che test di tipo sensitivo, test del riflesso patellare e achilleo.

Verranno inoltre eseguiti due test del cammino:  sulle punte e sui talloni. Il test risultera’ essere positivo nel caso in cui il paziente non riuscira’ a camminare in una delle due modalità e si potra’ pensare ad un danno neurologico importante a carico dei dischi l4/l5/s1 e pertanto si rimandera’ ad una visita di tipo neurochirurgico.

Le indagini strumentali più utili risultano essere la radiografia e la risonanza magnetica.

La risonanza magnetica consente di valutare la presenza di ernie e/o protusioni discali.

ernia lombare

Quali sono i sintomi del mal di schiena lombare?

I sintomi del mal di schiena lombare sono diversi e hanno come base un dolore a livello del rachide lombare.

Sarà presento senso di stanchezza e pesantezza della schiena, tensione eccessiva a carico dei muscoli lombari, dorsali e glutei, formicolio e parestesie agli arti inferiori, perdita di forza e sensibilità, zoppia, difficoltà nella deambulazione.

Nel caso in cui vi sia una stenosi del canale vertebrale lombare il sintomo predominante sarà il dolore ad entrambe le gambe con addormentamento di entrambe, fenomeno non presente in una sciatalgia dove un solo arto viene colpito, e soprattutto il senso di stanchezza durante una camminata che costringe il soggetto a fermarsi ripetutamente.

Inoltre da non sottovalutare risulta essere là sindrome del piriforme. Tale sindrome da un dolore pseudo-sciatico poiché il muscolo piroforme è situato sopra il nervo sciatico e se contratto lo comprime.Quindi la sindrome del piriforme può essere confusa con una sciatica vera. La differenzia tra le due patologie risiede nella sintomatologia avvertita dal paziente e se nella sciatica vera il dolore arriva fino al piede nella sindrome del piriforme il dolore arriva fino al cavo popliteo dietro al ginocchio.

Quali farmaci utilizzare?

I farmaci più usati o a base di cortisonici che sono particolarmente indicato in caso di ernia discale per ridurre l edema vertebrale.

Possono essere assunti Farmaci antinfiammatori fans sotto prescrizione medica e/o iniezioni di farmaco antinfiammatorio e miorilassante.

L’ assunzione dei farmaci appena descritti è da intendersi solamente per la fase acuta che dura in genere 7 giorni.

Molto spesso tali farmaci non funzionano poiché alla base del mal di schiena non vi e’ un infiammazione ma semplicemente delle contratture muscolari croniche.

Mal di schiena rimedi

I rimedi naturali consentono un sollievo dal dolore e dalla tensione muscolare ma non una risoluzione della patologia.

Abbiamo pensato ad una guida per il dolore lombare e i rimedi naturali che consigliamo vivamente di leggere.

Potranno essere eseguiti impacchi di arnica, di sale, borsa dell acqua calda.

Nel caso in cui la lombalgia  sia traumatica di può applicare del ghiaccio nella zona di dolore e infiammazione per un massimo di 10/15 minuti.

La cintura lombare è utile?

 fascia per il dolore alla schiena

La cintira lombare con o senza stecche risulta molto utile nella fase acuta che come detto precedentemente non dura più di 7 /10 giorni.

Risulta invece molto importante la ripresa alle normali attività quotidiane dopo i 7 giorni di riposo, farmaci, rimedi naturali e bustino lombare per accelerare i processi di guarigione. La sedentarietà, passata la fase acuta, non giova alla risoluzione della patologia.

Quale terapia in caso di mal di schiena?

Come detto precedentemente la fase acuta viene gestita con il riposo e i farmaci. In questa fase potranno inoltre essere eseguite terapie strumentali come la Tecarterapia L, la laserterapia yag o la ionoforesi che verranno eseguite in modalità atermica per ridurre L edema e l’ infiammazione locale.

Passata la fase acuta si continuerà con i trattamenti strumentali incrementando la temperatura delle strumentazioni per favorire una rigenerazione cellulare e un aumento della vasodilatazione locale per migliorare l9ossigenazione dei tessuti lesi. Verrà eseguito un trattamento manuale del rachide lombare a livello dei muscoli e delle verterete dopo una valutazione approfondita tramite una serie di test muscolari e articolari

Superata la fase infiammatoria e a guarigione avvenuta si eseguira’ un’abitazione Valutazione globale del paziente, dall’-appoggio podalico all’ occlusione dentale e mettere in evidenza eventuali alterazioni.

Di grande efficienza risulta essere nelle lombalgie il trattamento di rieducazione Posturale Mezieres.

Esistono esercizi per il mal di schiena?

Si assolutamente. In base alla Valutazione Fisioterapica saranno consigliati ed insegnati esercizi da ripetere al proprio domicilio per accelerare l’anno guarigione. Potranno essere proposto esercizi per il muscolo possa, respirazione diaframmatica, allungamento dei muscoli paravertebrali lombari e dorsali e dei muscoli femorali. Inoltre molto importante sarà il lavoro di stretching dei muscoli piccolo/medio/grande gluteo e del m. Piroforme.

Approfitta ora di Una Prima Valutazione Gratuita del tuo caso. Chiama lo 0813419278.


Roberto Franzese

Massofisioterapista specializzato in terapia fisica strumentale, nel trattamento delle sindromi dolorose e in rieducazione posturale Mezieres   Guarda il profilo completo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ryakos Srl - P.Iva 08975061212 - Capitale Sociale 10.000,00 Euro
Sede Operativa Via Torrione San Martino 51, 80129 Napoli
Sede Legale Corso Secondigliano 242
Privacy Policy
Cookie Policy
Copyright ® 2010-2020 Ryakos Srl , Tutti i diritti sono riservati. Redesign by: Pixart Design - Testi: Ryakos Fisioterapia