Dolore-Scapola-sinistra

Dolore Scapola sinistra

Dolore Scapola sinistra

 Il dolore scapola sinistra è un problema che colpisce tantissime persone e ci troviamo ogni giorno a dover  spiegare le cause e come risolvere questo fastidioso problema.

Le cause del dolore scapola sinistra sono molteplici e vanno ricercata a livello dell’ articolazione scapolo-omerale, delle vertebre dorsali e cervicali.

Raramente un trauma da un dolore costante e continuo come quello che riferiscono i nostri pazienti.

Da cosa dipende?

dolore scapola sinistra

Come detto precedentemente le cause vanno ricercate nei traumi diretti come cadute sulla spalla, sulla scapola o con le mani davanti creando un trauma a distanza.

Le cause principali possono essere riassunte in:

Le cause principale che riscontriamo più frequentemente risiedono a carico dei muscoli proprio della spalla e dei muscoli dorsali e cervicali.

Un muscolo che spesso da dolore riferito nella sede scapolare è il dentato.

Come si cura?

La cura dipende esclusivamente dalla diagnosi e in base a questa viene eseguito un trattamento riabilitativo mirato.

Vengono quindi eseguiti una serie di test di tipo ortopedico, di mobilità e di tipo muscolare.

I test principali riguardano la mobilità del capo nei movimenti si flessione, estensione, lateroflessione bilaterale e rotazione destra e sinistra. Inoltre viene testato il rachide dorsale facendo eseguire al paziente movimenti di flessione e di estensione e di inclinazione e rotazione.

Molto importante è la valutazione delle singole articolazioni della spalla.

Ricordiamo che il grande movimento della spalla è dato dal micro-movimento di tante articolazioni.

Pertanto l’esperto esaminatore deve andare ad analizzare l’articolazione sterno-claveare,  l’acromion-claveare, la gleno-omerale, la scapolo-toracica. Inoltre deve valutare la mobilità di ogni singola vertebra dorsale e cervicale per individuare eventuali disfunzioni di movimento.

Importante nella valutazione globale risulta un analisi della respirazione e soprattutto del diaframma che se non attivato correttamente dal paziente durante la respirazione provoca un disturbo posturale che comporta un dolore alla scapola sinistra.

Infine devono essere presi in considerazione traumi passati sia alla spalla che al rachide ma anche traumi passati lontani dalla sede di dolore scapolare.

Un dolore o una distorsione di caviglia con il passare degli anni provoca delle problematiche di tipo posturale e può comportare anche a distanza di 20 anni un dolore alla scapola sinistra.

L’esaminatore inoltre deve annotare eventuali interventi chirurgici passati e se vi sia presenza di cicatrice trofica valutare se è il caso di manipolarla. Spesso la causa di una sindrome dolorosa risiede in una cicatrice post operatoria non opportunamente trattata che con gli anni arreca disturbi al sistema muscolare e posturale.

Si comprende bene che risolvere un dolore alla scapola sinistra non è semplice e pertanto bisogna affidarsi ad uno specialista che conosca bene il sistema posturale e i danni che unì intervento chirurgici o un trauma possono arrecare al corpo.

Esistono rimedi naturali

Nel caso in cui la causa risieda localmente i rimedi naturali possono essere svariati.

In caso di un trauma acuto può essere applicato del ghiaccio localmente per ridurre dolore e infiammazione.

Nel caso vi sia una sindrome dolorosa muscolare molto utile è la borsa dell’ acqua calda.

Questi rimedi naturali raramente risolvono completamente il dolore scapola sinistra, possono alleviarlo ma non guarirlo completamente.

Impacchi di arnica o pomate antinfiammatorie aiutano a lenire il dolore.

Fisioterapia nel dolore scapola sinistra

In base alla diagnosi medica e alla valutazione Fisioterapia, Muscolare e Funzionale si procede con il trattamento fisioterapico più indicato.

La fase acuta viene gestita con terapia medica a base di antinfiammatori non steroidei, cortisonici e miorilassanti.

Le terapie strumentali nella fase acuta sono la crioterapia, la laserterapia, e la tecarterapia.

Tali strumenti consentono di ridurre dolore e infiammazione nel giro di poche sedute/giorni.

La tecarterapia è particolarmente indicata in caso vi siano contratture che stanno dando origine al dolore alla scapola sinistra.

tecarterapia per dolore alla scapola

Grazie alla valutazione iniziale sarà più semplice eseguire un trattamento focalizzandosi da subito sulla causa del dolore.

La terapia manuale è un ottimo supporto nel dolore della scapola e consente di migliorare la mobilità, il dolore e agire a qualsiasi livello si voglia trattare il paziente.

Nel caso la sintomatologia sia dovuta ad un disturbo posturale si procede con un riequilibro muscolare  globale tramite il Metodo mezieres.

Ecco un video di Esercizi di Mobilizzazione delle Scapole

Se anche tu soffri di un dolore scapola sinistra

Tecarterapia-spalla

Tecarterapia spalla

Tecarterapia spalla 

La tecarterapia spalla è un trattamento Fisioterapico molto richiesto nel nostro centro di fisioterapia.

La tecarterapia è una metodica innovativa e d’avanguardia che consente risultati immediati, stabili, duraturi e definitivi e un recupero immediato dall’ infiammazione e della mobilità articolare.

Tale metodica nata nell anno 1998 per la medicina dello Sport oggi giorno viene utilizzata in tutte le patologie osteo-articolari e muscolari.

Viene eseguita in caso di infiammazione acuta che cronica nelle patologie tendinee, muscolari, legamentose, ossee e nella riabilitazione post operatoria.

Grazie a tale metodica che consente il trattamento atermica si può trattare l’infiammazione acuta sin da subito riducendo quindi i tempi di guarigione e migliorando il dolore in pochi giorni.

In quale caso sottoporsi a sedute di Tecarterapia spalla?

In tutte le patologie della spalla laddove vi sia una problematica di tipo neuro muscolari, infiammatoria, tendinea, legamentosa o articolare.

Come detto precedentemente anche nelle infiammazioni acute risulta utile il trattamento di tecarterapia spalla grazie alla modalità atermica che può essere impostata dall’operatore.

La tecar alla spalla è particolarmente indicata in caso di:

tecar alla spalla

Nel trattamento della spalla per una buona riuscita e un risultato eccellente e fdefinitivo di fondamentale importanza risulta la diagnosi medica Ortopedica e soprattutto la diagnosi funzionale e Fisioterapica.

Molto spesso nelle patologie della spalla vi è un interessamento del rachide cervicale e dorsale.

Pertanto devono essere esaminati attentamente questi distretti e tramite test di mobilità e contro-resistenza valutare se vi è un problema anche a tale regione.

Molto importanti sono i test di tutti i muscoli della spalla, del braccio, del dorso e della cervicale.

I muscoli che più spesso danno dolore alla spalla sono: bicipite, tricipite, sovraspinoso e soprattutto sottospinoso, elevatore della scapola, romboidi, trapezio medio e superiore.

Nel caso in cui vi sia un trauma passato o una cicatrice bisogna valutarli ed eventualmente trattarli poichè la causa di un infiammazione a meno che non si trati di un trauma o di un sovraccarico risiede a distanza nel corpo e non dove si avverte il dolore.

Si capisce che la tecarterapia spalla è un trattamento operatore dipendente e il risultato terapeutico dipende da tanti svariati fattori che riassumendo possono essere elencati in:

  • diagnosi corretta
  • trattamento con strumentazione di qualità Humna Tecar
  • Human Tecar Specialist
  • Fisioterapista specializzato in Terapia Manuale
  • Conoscenza del dolore e dell’infiammazione
  • conoscenze dei trigger point
  • conoscenza delle articolazioni e della loro manipolazione segmentaria
  • volontà del paziente a collaborare.

Tutti questi fattori fanno si che si ottenga poi la guarigione se vengono rispettati. Ve ne sono altri ancora ma ci siamo limitati ad elencarne alcuni importanti.

In cosa consiste un trattamento di tecar?

La tecarterapia spalla prevede applicazioni diverse in base allo stato infiammatorio e alla patologia.

Pertanto possono essere utilizzate varie potenze di lavoro e due modalità.

Le potenze determinano un effetto di tipo antalgico, antinfiammatorio, decontratturante, cicatrzzante, drenante.

Le pot. basse chiamate atermiche consentono il trattamento e la riduzione del gonfiore e dell’infiammazione, delle borsite, a dare un effetto miorilassante e soprattutto un azione anti dolorifica.

Le potenze medio alta consentono il trattamento delle contratture e dei blocchi articolari importanti.

Per quanto riguarda le modalità, ne sono due: capacitiva e resistiva. La modalità capacitiva viene eseguita per trattare il sistema linfatico e muscolare superficiale.

La modalità resistiva consente il trattamento dei tendini, dei legamenti, delle articolazioni, della cartilagine e elle strutture muscolari più profonde.

Durante la fase capacitiva di un trattamento i tecarterapia spalla viene associato un massaggio decontratturante o drenante in base alla patologia e alle esigenze del paziente.

La fase resistiva invece viene accompagnata da tecniche manuali riabilitativi come pompage, digitopressioni, mobilizzazioni.

Quanto costa?

Un trattamento di tecar alla spalla costa in media 30 Euro. Nel nostro centro proponiamo uno sconto del 20 % sui cicli di 10 sedute e quindi il costo della tecar è di 24 euro per applicazione.

Quanto dura un trattamento tecar alla spalla?

Una seduta di tecarterapia alla spalla dura circa 30 minuti.

Durante le applicazioni tecar vengono comunque sempre eseguite nei centri human tecar tecniche manuali come la massoterapia decontratturante o drenante e tecnihce di mobilizzazione, chinesiterapia, manipolazione articolare.

Il trattamento tecar non è solo un trattamento strumentale ma deve essere combinato con un trattamento di tipo manuale. Il macchinario è solo un prolungamento delle mani del Terapeuta esperto che grazie al macchinario e alla sua manualità consente al paziente di accellerare i tempi di guarigione.

A chi affidarsi?

centri human tecar

A centri Human Tecar!

I centri Human tecar dispongono di macchinari di qualità superiore a tutti gli altri poichè tale strumento gode di una freqeunza brevettata frutto di studi scientifici che ne garantiscono l’efficacia.

Inoltre nei centri human tecar troverai specialisti che vengono formati direttamente dalla casa produttrice dell’ apparecchiatura.

Prenota ora una trattamento di tecarterapia spalla o una visita gratuita allo 0813419278

Onde-d’urto-spalla

Onde d’urto spalla

Onde d’urto spalla

Le onde d’urto spalla sono un trattamento strumentale fisioterapico sempre più richiesto e prescritto in caso di patologie della spalla. 

Tale metodica di onde d’urto nata per la calcolosi renale negli anno 80/90 oggi viene utilizzata sempre più in fisioterapia per il suo alto indice di efficienza in caso di patologie tendinee, ossee e osteo-articolari.

Vi sono due tipi di apparecchiature di onde d’urto: radiali e focali.

Le Onde d’urto sono quelle più utilizzate e consentono il trattamento di molteplici patologie, le focali sono perlopiù indicate quando la regione da trattare è più profonda di 6 centimetri poichè le onde d’ urto radiali arrivano proprio a 6 centimetri di profondità.

Inoltre il costo di un Trattamento di onde d’urto radiali si aggira in media sui 50 Euro per seduta mentre le focali almeno il doppio.

Che cosa sono le onde d’ urto spalla?

Come detto precedentemente le onde d’urto sono uno strumento innovativo in campo fisioterapico e consentono di curare in tempi ridotti le infiammazioni, lenire il dolore, stimolare la rigenerazione di tessuto osseo in caso di fratture non consolidate, eliminare contratture e fibrosi muscolari e generare una vasodilatazione locale nonchè la neoangiogenesi.

Tale fenomeno chiamato neoangiogenesi è di fondamentale importanza ed è la peculiarità esclusiva che solo le onde d’urto possiedono. Tale fenomeno consiste nella formazione di nuovi vasi sanguigni nella regione di trattamento di onde d’urto spalla.

Le onde d’urto spalla prevedono applicazioni bisettimanali distanzate di almeno 48 ore per consentire al corpo di reagire al trattamento.

Dopo la seduta immediatamente si ha u sollievo dal dolore causato dal trattamento sedativo delle onde d’urto. Nelle successive 48 ore può esserci una riacutizzazione del dolore a causa della stimolazione della zona dolorosa e infiammata e nei giorni successivi si ha un netto miglioramento dell’ infiammazione.

Proprio per questo motivo i trattamenti devono essere distanziati di almeno 48/72 ore. Il ciclo di onde d’urto Spalla prevede applicazioni che vanno da un minimo di 3 ad un massimo di 6 e possono essere ripetibili dopo dieci giorni dalla fine del primo ciclo.

In quali casi sono utili?

Le onde d’urto sono indicate in tutte le patologie sub-acute e croniche e sono la Terapia di Elezione in caso di:

Come detto precedentemente sono la terapia di elezione in caso di patologie tendinee, inserzionali e ossee e sono controindicate solo nella fase acuta della patologia. Per fase acuta si intende dall’ insorgenza dell’ infiammazione per massimo 7/10 giorni laddovè vi sia un dolore molto forte e un blocco articolare notevole. Successivamente si può procedere con il trattamento strumentale.

radiografia spalla

Ricordiamo che è molto importante la diagnosi. Alla base di ogni successo terapeutico vi è una diagnosi corretta sia medica che Fisioterapica. Nel nostro centro quando si presenta un paziente eseguiamo sempre una valutazione muscolare e funzionale per focalizzare il trattamento nella zona che sta causando la Patologia.

Prenota ora una Visita Gratuita allo 0813419278

In quanto tempo si guarisce?

La guarigione di una patologia della spalla trattata con le onde d’urto dipende da molteplici fattori.

I principali fattori comprendono:

  • precocità della diagnosi
  • diagnosi corretta
  • età del paziente
  • risposta cellulare al trattamento
  • cronicità della patologia
  • uso di altre tecniche fisioterapiche strumentali e manuali.

Pertanto dare dei tempi di guarigione è impossibile. Si va da un minimo di un mese laddove la diagnosi sia precoce e il paziente segue scrupolosamente i consigli del Medico e del teraeuta fino ad arrivare ad un anno per la guarigione.

Si sente dolore durante la seduta?

In genere un trattamento di onde d’urto spalla è ben tollerato dal paziente. Il dolore si può avvertire solo nel caso vi sia un infiammazione importante ma comunque si porta sempre a termine il trattamento poichè dopo pochi colpi si ha una netta riduzione del dolore dovuta all’effetto sedativo delle onde d’urto. Il trattamento dura in media 10 minuti.

Non si può dire quindi che le onde d’urto siano dolorose.

Quanto costa una seduta di onde d’urto ?

Il trattamento con le onde d’urto spalla costano circa 50 Euro. Nel nostro centro applichiamo uno sconto per pacchetti di 6 sedute e quindi il costo è di soli 250 Euro anzichè 300.

Il costo varia da regione a regione e anche dai singoli centri poichè ognuno possiede un determinato tipo di macchinario e una certa esperienza.

Il consiglio che diamo è quello di affidarsi a centri che dispongono di Macchinari di Onde D’urto Storz che sono i migliori strumenti di  precisione di tecnologia svizzera.

E’ possibile integrarla con altre terapie?

Assolutamente si. Il trattamento ad onde d’urto spalla deve essere sempre integrato con un trattamento di tipo riabilitativo manuale.

La terapia d’urto migliora notevolmente il dolore, l’infiammazione e la limitazione funzionale ma non consente il ripristino della totale elasticità muscolare, della mobilità articolare e della forza.

Pertanto contemporaneamente al trattamento strumentale è molto indicato un trattamento di tipo manuale a livello muscolare e articolare.

esercizio per dolore alla spalla

Particolarmente utile in caso di patologie della spalla è il trattamento delle singole articolazioni e dei loro micromovimenti che nell’ insieme determinano il macro movimento e del release dei muscoli della cuffia dei rotatori e degli stabilizzatori della spalla.

Andrà sempre capita la causa dell’ innescarsi della Patologia e laddovè vi siano stati precedentemente dei traumi, degli interventi chirurgici anche in altre sedi e quindi non alla spalla andranno valutati poichè questi possono essere la causa di tale problematica.

Con le onde d’urto quindi trattiamo localmente un dolore e l’infiammazione ma è bene ricordarsi che spesso la causa risiede altrove nel corpo.

Prenota un Trattamento di Onde d’urto spalla allo 0813419278

Laserterapia-spalla

Laserterapia spalla

Laserterapia Spalla: la cura per l’infiammazione

La Laserterapia spalla è una delle molteplici richieste che ci arrivano nel nostro centro di fisioterapia Ryakos.

In questo articolo andiamo a vedere quando è indicato e in quali patologie da risultati.

La laserterapia è un raggio di luce che attraverso la stimolazione dei tessuti trattati innesca una serie di effetti biologici che consentono un miglioramento del dolore, dell’ infiammazione, delle contratture, dell’ edema.

In quali patologie è indicata la laserterapia spalla?

La laserterapia spalla è indicata nelle patologie traumatiche e croniche sia infiammatorie che acute.

Tra le molteplici applicazioni nello specifico troviamo:

Molto spesso il dolore alla spalla è dovuta anche ad una problematica di tipo muscolare e pertanto nel trattamento di laserterapia spalla deve essere tratto il muscolo che causa il dolore.

Sarà bravura del terapeuta eseguire una diagnosi funzionale e muscolare per poi procedere all’esecuzione del trattamento di laser alla spalla.

I muscoli che possono dare un dolore riferito alla spalla e pertanto devono essere testati e successivamente trattati sono: bicipite( brachiale, capo lungo, capo breve e brachio -adiale), tricipite brachiale, sovraspinoso, sottospinoso, pettorale( grande e piccolo) succlavio, grande e piccolo rotondo, dentato, romboide, elevatore della scapola.

Ecco un Video del laser alla spalla

A chi affidarsi?

E’ bene affidarsi a centri che dispongono di apparecchi di laser terapia ad alta potenza e con un applicazione di tipo puntata.

Esistono laser anche con sistema di applicazione a scansione ma risultano obsoleti e non danno alcun effetto antalgico/antinfiammatorio.

Inoltre le potenze erogate dal laser devono essere almeno pari a 8 watt per dare un risultato concreto.

Il laser yag è il miglior tipo di trattamento per applicazioni di laserterapia spalla poichè consente un trattamento mirato e focalizzato grazie alle applicazioni puntate sulla zona che causa il problema e grazie alle potenze elevate che raggiungono i 25 watt di potenza.

Pertanto è bene affidarsi a centri che dispongono di tale metodica per ottenere risultati immediati, stabili, duraturi e definitivi.

E’ chiaro che il trattamento strumentale è solo uno strumento che consente di ottenere benefici sul dolore e sull’ infiammazione e pertanto il paziente non deve trascurare la fase riabilitativa e manuale per riprendere al meglio la piena funzionalità dell’ arto soggetto a patologia.

Prenota un trattamento di laserterapia spalla chiamando lo 0813419278.

Dolore-spalla-sinistra

Dolore spalla sinistra

Dolore Spalla Sinistra: da cosa dipende?

Il dolore spalla sinistra è una problematica che colpisce sportivi e non.

In questo articolo andiamo ad analizzare le varie cause di dolore spalla sinistra e come risolverlo completamente e definitivamente.

La spalla è un complesso articolare formato da 7 articolazioni. Le principali sono la sterno-clavicolare, l’acromion-claveare, la gleno-omerale, la scapolo-toracica.

Insieme tutte le articolazioni permettono i movimenti nello spazio di tutto l’arto superiore.

I movimenti dell’ articolazione della spalla sono l’abduzione, la flessione, l’estensione, l’ adduzione e le rotazioni esterne e interne.

I muscoli che consentono i movimenti rotatori sono i muscoli della cuffia dei rotatori.

Tali muscoli con i loro tendini sono quelli più soggetti a danni e infiammazioni a causa del loro sovraccarico e/o di una degenerazione tendinea dovuta all’età.

Quali sono le cause di dolore spalla sinistra?

dolore spalla sinistra

Le principali cause risiedono come detto precedentemente in traumi o sovraccarico funzionale, patologie tendinee, in problematiche articolari come il conflitto sub-acromiale, capsulite adesiva, lesione slap del cercine glenoideo.

I principali tendini maggiormente soggetti ad infiammazione sono:

Quando vi è un infiammazione prolungata di un tendine se non opportunamente curato e trattato va incontro a calcificazione.

radiografia spalla

Il conflitto sub-acromiale è una patologia piuttosto diffusa e bisognerà comunque indagare il tendine del sovraspinoso che può essere responsabile di questa patologia poichè se molto contratto tende a richiamare in alto la testa omerale creando così un conflitto articolare.

La capsulite adesiva consiste in una infiammazione della capsula articolare della spalla che limita i movimenti e da dolore alla spalla.

Va detto inoltre che un muscolo contratto può dare dolore riferito alla spalla e pertanto una valutazione muscolare e dei trigger point è importantissima nella diagnosi  per seguire una corretta terapia.

Come si comprende la causa del dolore?

La diagnosi medica è clinica e strumentale.

Esistono svariati test ortopedici e muscolari nella diagnosi di dolore spalla sinistra.

Vengono eseguiti dapprima i test per la valutazione dell’ integrità della cuffia dei rotatori, i test di impigment articolare, test per la valutazione della stabilità del capo lungo del bicipite nella sua regione anatomica, test di lesioni del cercine glenoideo.

Successivamente l’esaminatore valutare ogni singolo muscolo della spalla per annotare eventuale dolore e/o deficit di forza. Oltre ai muscoli della spalla verranno valutati il rachide cervicale e le vertebre dorsali sia da un punto di vista della mobilità che da un punto di vista muscolare.

Una disfunzione cervico dorsale crea compensi muscolari a distanza anche alla spalla e pertanto la causa primaria risiede spesso a tale livello.

Le indagini strumentali utili in questo caso sono la radiografia, l’ecografia e la risonanza magnetica.

Stesso in sede di valutazione se la situazione clinica del paziente risulta molto complessa e il dolore invalidante il medico può eseguire una infiltrazione di cortisone che dovrà essere seguita da una terapia medica farmacologica e riabilitativa.

Come si cura il dolore alla spalla sinistra?

sintomatologia dolore spalla sinistra

La cura come detto precedentemente è medica e riabilitativa.

In base allo stato infiammatorio verranno in fase acuta usate tecniche con l’uso del ghiaccio per limitare l’infiammazione.Possono essere applicati impacchi di arnica per lenire il dolore.

I trattamenti con un alto indice di efficienza risultano essere la tecarterapia, la laserterapia e le onde d’urto.

Nelle prime fasi di trattamento verranno eseguite dal Fisioterapeuta la tecar e il laser e successivamente se la sintomatologia non è completamente scomparsa possono essere praticate sedute di Onde d’urto.

La tecar e il laser yag sono molto utile nelle patologie traumatiche e infiammatorie acute e/o croniche,.

Le onde d’urto sono molto efficienti e sono considerate la terapia di elezione in caso di calcificazione, tendinite

Oltre alle terapie strumentali molto importanti per una ripresa veloce e una guarigione completa, definitiva e senza ricadute risultano essere gli esercizi e le terapie manipolative.

Tali tecniche consentono di migliorare l’elasticità della cuffia dei rotatori, riprendere la mobilità articolare persa e la forza muscolare.

Video di Esercizi per il dolore spalla sinistra

Prenota ora una visita gratuita allo 0813419278

Conflitto subacromiale

Conflitto subacromiale

Conflitto subacromiale: diagnosi e cura

Il conflitto subacromiale é una sindrome dolorosa da conflitto osteotendineo localizzata alla spalla a carico della muscolatura della cuffia dei rotatori(sovraspinoso, sottoscapolare) e del bicipite brachiale, causata da movimenti ripetuti e prolungati, traumi e squilibri muscolari.

Spesso troviamo infiammazione e degenerazioni dei tendini del sovraspinoso e del sottospinoso che possono andare incontro ad una calcificazione.

Inoltre vi è un’ ispessimento e un’ infiammazione della borsa sotto-deltoidea.

Il dolore è presente al movimento in un certo punto dell’escursione articolare in abduzione nella fase iniziale, successivamente si presenta anche a riposo, in particolare notturno.
Vi è una limitazione funzionale sia da dolore che da ridotto ROM (range of motion).

Il movimento che più risente di questa patologia e riguarda l’abduzione.

Inoltre si può notare spesso una limitazione e/o dolore presente tra gli 80 e i 110 gradi di movimento. I muscoli coinvolti come detto precedentemente sono il sovraspinoso e il sottospinoso.

Esistono test provocatori che forniscono informazioni precise sull’interessamento delle singole strutture articolari:
Test do Jobe, test di Hawkins, test di Neer,test di Yacum, Palm – up test.

Diagnosi e trattamento in caso di conflitto subacromiale

Indagini strumentali:

Esame ecografico delle strutture molli, che evidenzia un’interessamento di tipo infiammatorio o degenerativo con eventuale rottura.
• Rx in cui si evidenzia un’eventuale risalita della testa dell’omero, degenerazione ossea su base artrosica; presenza di calcificazione.
• RMN può definire un danno legamentoso e muscolare ; la presenza di versamento endoarticolare; rottura della cuffia.

Trattamento riabilitativo:

  • In fase acuta : soprattutto riposo funzionale, crioterapia, correnti antalgiche Tens.
  • In fase subacuta : Tecar, laser Nd: Yag,onde d urto, rieducazione, mobilizzazione, release del trigger point, Osteopata
    A fine trattamento è indicato il rinforzo muscolare (VISS).

Il trattamento con la laserterapia combinato con la tecarterapia ed esercizi di mobilizzazione che favoriscono la decoaptazione articolare risultano essere il trattamento migliore in caso di conflitto sub-acromiale.

Verranno valutati ed eventualmente trattati dal Fisioterapista i muscoli della cuffia dei rotatori, il pettorale, l’elevatore della scapola, il succlavio, i romboidi e i legamenti ascellari.

Verranno eseguite tecniche di mobilizzazione sulle singole articolazioni della spalla e quindi dell’articolazione sterno-clavicolare, dell’acromion-claveare, della gleno-omerale e della scapolo-toracica.

Inoltre per eseguire un trattamento completo e globale e per escludere cause in altre regioni verranno eseguiti dei test sul rachide cervicale e sulle vertebre dorsali poichè molto spesso una problematica di spalla è correlata da una disfunzione del rachide cervicale o dorsale.

Da non sottovalutare inoltre le problematiche a carico dello stomaco e del fegato che se sofferenti danno dolore notturno circa alle ore 3 o ore 4 e per questo dovranno essere valutate dalle mani di un’ esperto osteopata.

Consigli al paziente : Eseguire lo stretching (quotidianamente). Guidare l’auto con entrambi le mani sul volante; Valutare la corretta esecuzione di tecniche di sport con gesti atletici del braccio sopra la testa, come il tennis.

Ryakos Srl - P.Iva 08975061212 - Capitale Sociale 10.000,00 Euro
Sede Operativa Via Torrione San Martino 51, 80129 Napoli
Sede Legale Corso Secondigliano 242
Privacy Policy
Cookie Policy
Copyright ® 2010-2020 Ryakos Srl , Tutti i diritti sono riservati. Redesign by: Pixart Design - Testi: Ryakos Fisioterapia